one design > studio aerodinamico e progettazione > sailpack

 

Dall’analisi aerodinamica preventiva svolta con Sailopt i sail designers della Elvstrom Sails conoscono ora le forme teoriche di randa e genoa che nelle diverse condizioni di vento danno la massima forza propulsiva per un momento sbandante uguale al momento raddrizzante della barca in questione.
Ora si tratta di disegnare delle vele che “in volo” si avvicinino il piu` possibile alle forme calcolate.
Per fare al meglio questo lavoro i sail designers di tutti i loft Elvstrom Sails nel mondo usano un programma specifico di disegno delle vele denominato Sailpack Elvstrom Sails, creato dall’azienda francese BSG e personalizzato per il gruppo Elvstrom Sails.

In Sailpack ES il sail designer descrive completamente tutto il rig, senza tralasciarne nessun elemento, e puo` cosi` disegnare la vela direttamente “armata” sulla barca.

Cio` e` fondamentale per dimensionare con precisione ogni vela in modo che non interferisca con l’attrezzatura della barca.
Il passo successivo consiste nell’inserire i valori di flessione dell’albero (fondamentali per la forma della randa) e di tensione dello strallo (fondamentali per la forma del genoa).
Una volta stabilito con precisione il “telaio” il sail designer procede ora disegnando la vela direttamente in tre dimensioni, aiutandosi nelle visualizzazioni girando ed ingrandendo a piacimento vela, albero, ecc..
Il controllo della forma tridimensionale e` fatto definendo ogni singolo profilo della vela alle diverse altezze (valori di camber, twist, ecc.).

Nel disegno degli spi e dei gennaker e` inoltre definita con precisione la curva centrale verticale, importantissima per controllare la forma in volo delle vele per le andature portanti.

L’ultima operazione del processo di progettazione consiste nello stabilire la dimensione e la disposizione dei pannelli (o delle fibre per le vele Genesis/Evolution) che formano la vela, scegliendone l’opportuno orientamento ed ottimizzandone la dimensione sulla larghezza del rotolo di tessuto.
Sulla vela tridimensionale vengono cosi` virtualmente stesi i pannelli (o le fibre), che vengono poi calcolati dal programma che ne disegna il contorno sul rotolo di tessuto piatto.

La vela e` ora pronta per essere tagliata.
Il tessuto viene steso sul tavolo da taglio dove il plotter cutter, guidato dal computer, taglia i pannelli tracciando le sovrapposizioni e tutti gli altri dettagli costruttivi (posizione stecche, finestre, ecc.).